Home > Invito A Teatro > Invito A Teatro | Le scelte di fdt [5 – 11 dicembre 2011]

Invito A Teatro | Le scelte di fdt [5 – 11 dicembre 2011]

Carissimi fattiditeatro (sì perché fattoditeatro sono io ma anche voi che leggete!),
è con immenso piacere che vi presento la versione 2.0 del blog! Siamo passati da Splinder a WordPress che significa più o meno passare da un tram a cavalli a una Ferrari! Adesso bisogna recuperare i vecchi post, confido nelle mie (poche) doti di blogger e nell’aiuto dei più esperti tra voi.

#TOSCANA
Anche questa settimana la proposta toscana stravince sulle rispettive romane e milanesi. Si tratta di una rinascita teatrale per la mia regione oppure di una semplice gara all’evento? Mi auguro infatti, verso gennaio ad esempio, a non dovermi trovare con niente da segnalare.

# [6 mar @ T. Studio e non solo – Scandicci (FI)] Seconda settimana per Zoom Festival, quest’anno intitolato Giovin’Astri con la direzione artistica di Giancarlo Cauteruccio. Segnalo Anagoor, Compagnia Divano Ocidentale Orientale, Foscarini:Nardin:Dagostin [tweet], Matteo Latino [tweet] e Codice Ivan [tweet]. [fino all’11]

# [7 mer @ CanGo – Firenze] PATHOSFORMEL presenta An afternoon love [tweet]. Un allenamento di basket ininterrotto e serrato; un rapporto a due che, lasciando lo sguardo scavare dietro l’immagine di atletismo e agonismo, può ancora suggerire l’infinità dei rapporti che esistono al suo interno. Il rapporto tra un uomo e il proprio oggetto ha la stessa complessità relazionale che c’è tra due uomini? Sembra un combattimento feroce con l’oggetto ma diviene la più persuasiva delle conquiste; si carica di un vissuto umano per tornare ad essere improvvisamente solo allenamento: è quasi una coreografia a due, che disegna il rapporto sempre in movimento che abbiamo con l’altro. [fino all’8]

# [8 gio @ Officina Giovani] Per Macelli SottozeroFrancesca Sarteanesi + Clotilde & Misdea presentano il reading ESATTO , “la storia di un viaggio di parole in cui si parte vecchi e si ritorna giovani. Le lettere si fanno sillabe, le sillabe si fanno significato e suono e anelli di catena che legano il pensiero dell’autrice e di chi legge. Non si sfugge alle consonanti, non c’è scampo dalle vocali. E dai fonemi tutto nasce e si rigenera: l’universo al femminile di un percorso fatto di dubbi e domande, incertezze ed esperienze, verità e bugie, e soprattutto tante risate. Perché in fondo siamo nati per ridere. E per continuare a ridere è necessario continuare a contraddirsi. Niente da più gioia di avere il coltello dalla parte del manico e avere la forza di rivolgerlo contro sé stessi”.

# [8 gio @ T. Puccini – Firenze] Nozze di sangue di Federico Garcìa Lorca, regia Serena Sinigaglia. Una storia passionale e appassionata per uno spettacolo dedicato all’incontro della lingua spagnola, italiana e sarda e di due generazioni d’attori. Nozze di Sangue è una tragedia corale, in cui emozioni, sentimenti, passioni e una fatale necessità, sono protagonisti assoluti, in cui il dramma è nell’aria fin dalle prime battute. [fino al 9]

# [9 ven @ T. del Giglio – Lucca] Giovanna al rogo del Teatro del Carretto. “Il progetto di spettacolo è il punto di arrivo di un percorso di studio avviato dalla compagnia intorno a Giovanna d’Arco, figura leggendaria e complessa sulla quale la letteratura offre le versioni più diverse. La figura straordinaria e dibattuta di Giovanna è avvolta dal mistero, sia per la natura stessa della sua esperienza, dagli incerti confini tra l’autenticità del misticismo e i fantasmi della visionarietà, sia per l’ambiguo rapporto del potere con la sua figura, su cui permane un’ombra di convenienza strumentale a certe dinamiche storiche, nel fare di questa donna dall’indubbio carisma e seguito prima un’eretica esemplare processata e giustiziata sul rogo, poi una vittima da riabilitare e beatificare” (Maria Grazia Cipriani). [fino all’11]

# [10 sab @ T. Il Moderno – Agliana (PT)] IL SOLE DEL BRIGANTE della COMPAGNIA KATZENMACHER, testo, regia, interpretazione Alfonso Santagata: “Sono anni che ricerco e raccolgo materiali sul brigantaggio e potrei continuare ancora per anni senza riuscire a finire, data l’enorme quantità di documentazione su queste figure. Ho scelto di occuparmi dei tre confini tra Basilicata, Campania e Puglia, poiché hanno rappresentato per i briganti un triangolo di facile sconfinamento per agguati, fughe e rifugi. Solo nel periodo che va dal 1860 al 1866 su questo triangolo territoriale si contano migliaia di briganti, che vivono alla macchia passando velocemente da una regione all’altra. Se dovessi indicare in quale percorso inserire queste storie sui briganti, penso alle tentazioni di un mondo che voglio attraversare per cogliere qualcosa che mi appartiene. Le figure di questa scelta artistica estrema comunicano crudeltà e poesia: una complessità lontana dalla fascinazione romantica e dal giudizio cinico e negativo”.

# [11 dom @ CanGo – Firenze] Per FRANCE DANSE festival itinerante di danza contemporanea 2011 ESZTER SALAMON in DANCE FOR NOTHING. Salamon danza e interpreta la partitura vocale di Lecture for Nothing di John Cage (1949) eseguendo e improvvisando una coreografia costruita sul concetto di composizione “non-intenzionale”, come una forza indipendente capace di dare slancio a un processo creativo. L’idea di usare musica fatta di parole corrisponde al principio d’interazione senza interferenza caro a Cage. Ne risulta un dialogo continuo tra la voce e il movimento da un lato, e tra interprete e spettatore dall’altro.

#ROMA

# [5 lun @ T. Furio Camillo] Torna l’uscita d’emergenza per identità teatrali: quarta edizione di EXIT, la rassegna di teatro fatto e non detto, il teatro per la gente e tra la gente. Il sipario si alza lunedì 5 alle 18,30 con IL FASCINO DISCRETO DI EXIT, conferenza-aperitivo sotto riflettori aperta a chiunque voglia conoscere da vicino la rassegna. Nei giorni successivi in scena tra gli altri LABit, Bluestocking, Abraxa Teatro, Teatro della Giostra e Teatro dell’Applauso. [fino al 18]

# [6 mar @ teatroinscatola] La compagnia enzo cosimi presenta Locus Solus “indagini sul solo nella coreografia contemporanea”. [fino all’11]

# [6 mar @ Piccolo Eliso Patroni Griffi] IL RITORNO di SERGIO PIERATTINI progetto e regia VERONICA CRUCIANI. Una famiglia segnata da un grave episodio e una figlia che ritorna. L’occasione unica per fare i conti, chiarirsi e capire i motivi che l’hanno condotta a compiere il gesto che ha condizionato non solo la sua vita ma anche quella di coloro che gli sono vicini. Accuse, recriminazioni, rimpianti. Sullo sfondo un contesto sociale particolare ma allo stesso tempo simile a quello di tante realtà del nostro centro nord; operoso e attivo ma anche denso di profonde contraddizioni. [fino al 18]

# [7 mer @ Angelo Mai] CapoTrave presenta NEL BOSCO secondo studio ideazione e drammaturgia Lucia Franchi e Luca Ricci. Lui scappa nel bosco inseguito da una minaccia concreta e mortale, lei vi entra in cerca di una propria indipendenza. Per entrambi il bosco è un “invorticarsi” nell’oscuro, è andare dietro il paesaggio, sotto il paesaggio, è nascondersi. Per guardare la vita all’altezza dei fili d’erba. [fino al 9]

# [10 sab @ Forte Prenestino] All’interno di FREAK SHOW Tony Clifton Circus ripropone il suo spettacolo storico Rubbish Rabbit [photo: Tea Guarascio], da non perdere per ridere a crepapelle con questo spettacolo di canaglierie clownesche.

# [10 sab @ T. India] Ottava edizione per il PREMIO TUTTOTEATRO.COM ALLE ARTI SCENICHE “DANTE CAPPELLETTI”. Tra i progetti finalisti segnalo ErosAntEros, Fabio Massimo Franceschelli/OlivieriRavelli Teatro e  Tamara Bartolini. [fino all’11]

#MILANO
Settimana soft a Milano che in occasione di Sant’Ambrogio vedrà l’annuale Prima della Scala, quest’anno con il Don Giovanni all star di Barenboim/Carsen

# [7 mer @ T. Franco Parenti] Finalmente in scena le prime rappresentazioni della GENERAZIONE SCENARIO 2011Matteo Latino / InFactory [tweet] – Carullo-Minasi / Due passi sono [tweet] – ReSpirale Teatro / L’Italia è il paese che amo [tweet] – foscarini:nardin:dagostin / Spic & Span [tweet] [photo: viareggiok.it]. Generazione Scenario si presenta con il debutto nazionale degli spettacoli vincitori e segnalati del Premio Scenario 2011: dagli studi scenici di venti minuti, proposti in occasione della finale, agli spettacoli compiuti. Un’occasione per avvicinare uno spaccato generazionale che riflette il panorama eterogeneo dei nuovi linguaggi teatrali puntando l’obiettivo sui temi più sensibili del nostro presente. [fino all’8]

# [7 mer @ CRT] Il teatro-ragazzi di Teatro SotterraneoLa repubblica dei bambini. Lo spettacolo è un capitolo di Nuovi sguardi per un pubblico giovane, un “cantiere produttivo” inaugurato nel 2010 con cui il Teatro delle Briciole si propone di affidare a giovani gruppi della ricerca italiana il compito di creare uno spettacolo per bambini. Lo spettacolo coinvolge direttamente i bambini affidando loro la creazione di un nuovo stato. I palcoscenico diventa così lo spazio del possibile, il luogo dove la realtà, come la finzione, sono una costruzione da condividere. Leggi, moneta, istituzioni, diplomazia, commerci: cosa succede se dall’oggi al domani bisogna costruire una Repubblica dal nulla? [fino al 10]

  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia la tua impronta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: