Home > Eventi > [#cagliarifilosofia] A Cagliari il primo festival di filosofia in Sardegna (dal 24 al 27 marzo)

[#cagliarifilosofia] A Cagliari il primo festival di filosofia in Sardegna (dal 24 al 27 marzo)

Dostoevskij

I° festival di filosofia in Sardegna
La legge la libertà la grazia

“Non c’è nulla di più seducente per l’uomo che la libertà della sua coscienza, ma non c’è neppure nulla di più tormentoso”. (Il Grande Inquisitore da I fratelli Karamazov di Fëdor Dostoevskij)

Non c’è nulla di più stimolante che interagire con twitter a un festival di filosofia! (hashtag: #cagliarifilosofia)

Inizia sabato 24 la prima edizione del Festival di Filosofia in Sardegna, a cura di Roberta De Monticelli e Pierluigi Lecis, organizzato dal Teatro Stabile della Sardegna in collaborazione con l’Università degli studi di Cagliari. Il festival, che vede la partecipazione di filosofi di fama internazionale, si svolgerà dal 24 al 27 marzo al Teatro Massimo e sarà un occasione di libera discussione e di ragionamento sui grandi temi della legge, grazia e libertà che seguira’ il filo conduttore dei rapporti tra individui, comunita’, potere e autorita’. La giornata di sabato, oltre i dialoghi con i filosofi, vedrà doppio appuntamento teatrale con alle 16.00 la lettura di La leggenda del Grande Inquisitore di Dostoevskij interpretata da Franco Graziosi e alle 20.45 la replica de I fratelli Karamazov, sempre di Dostoevskij, per la regia di Guido De Monticelli. Seguiranno quattro giorni di dialoghi tra esponenti del pensiero filosofico e illustri intellettuali che cercheranno un punto di mediazione tra le loro competenze specialistiche e le tematiche affrontate prendendo spunto dalla grande letteratura russa.

“Non c’è forse lingua e cultura, come quella russa, in cui la meditazione spirituale si sia tanto profondamente intrecciata con la letteratura, e non c’è forse altro Paese al mondo in cui scrittura e poesia siano tenute in luogo di pensiero metafisico, morale e spirituale, e come tali appassionatamente amati, nell’impegno di tutta la mente e di tutto il cuore. Dai Racconti di un pellegrino russo alla profonda meditazione teologico-metafisica di Pavel Florenskij, da Soloviev – forse il modello del più giovane dei fratelli Karamazov – a Berdjaev e a molti altri astri della galassia spirituale russa. Il nostro Festival di Filosofia, alla sua prima edizione, rende omaggio alla grande ala di gabbiano che attraversa il pensiero russo, e ne illumina anche la scena teatrale. Il metodo tuttavia è quello classicamente socratico: ogni giornata prevede non un monologo ma un dialogo su un tema che, anche quando affonda una radice nei classici del pensiero russo, investe in pieno la nostra inquieta attualità e il nostro profondo bisogno di rinnovamento morale, intellettuale e civile. La formula del dialogo, che è anche la forma di un ponte fra l’Isola e il Continente, vedrà discutere pensatori e studiosi delle Università degli Studi di Cagliari e di Sassari con alcuni fra i più importanti uomini del pensiero filosofico italiano: Remo Bodei, Gustavo Zagrebelsky, Sergio Givone, Vito Mancuso, Margherita Pieracci Harwell, Roberta De Monticelli. Quest’ultima coordinerà il festival in collaborazione con Pier Luigi Lecis docente di Filosofia Teoretica dell’Università degli Studi di Cagliari”.

Info:
Teatro Massimo – Sala Grande > via De Magistris, 12 – Cagliari
tel. 070 6778129
biglietteria@teatrostabiledellasardegna.it
www.teatrostabiledellasardegna.it

  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia la tua impronta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: